Fondazione Goria

Lezione con gli studenti

20 Aprile 2011
Aula Magna, Università di Asti - Asti


Fondazione Goria Convegno

Ha avuto luogo mercoledì 20 aprile presso l'aula magna dell'Università  di Asti, la lezione agli studenti delle quinte superiori organizzata dalla Fondazione Giovanni Goria, in collaborazione con la prof.ssa Laurana Layolo ed il giudice Emilio Giribaldi.

L'evento si inserisce nelle celebrazioni ed appuntamenti dedicati ai 150 anni dell'Unita' d'Italia ed ha avuto come tema i principi ispiratori della Costituzione ed il contesto storico in cui essa e' nata.
I relatori, Enrico Grosso-professore di diritto costituzionale dell'Università  di Torino e Edoardo Angelino- professore di lettere al liceo scientifico Vercelli, hanno spiegato ai ragazzi -espressione del nostro futuro-l'importanza di conoscere la nostra storia e l'importanza di sapere che la nostra Costituzione affonda le sue radici nelle idee di grandi uomini, la cui ispirazione se si fa attenzione, si fa leggere ancora oggi in ogni articolo.

Nella Costituzione c'è tutta la nostra storia, che bisogna sapere leggere. E' proprio dall'esperienza storica comune che la Costituente, composta da persone diverse tra loro per ideologie, appartenenze politiche e sensibilità  culturali, e' riuscita a costruire quel nucleo di condivisione e di legittimazione da cui ha avuto origine la Costituzione.

Sono intervenuti

Marco Goria
Vice Presidente Fondazione Goria

Enrico Grosso
Professore di diritto costituzionale
Università di Torino

Edoardo Angelino
Professore di lettere
Liceo scientifico Vercelli

Rassegna stampa

Il bene comune supera l'individualismo. E' il messaggio che e' emerso ripercorrendo i passaggi fondamentali di un percorso che certamente non sarà  stato sgombero dalle difficoltà e da aspri scontri, ma il cui risultato resta un esempio più che mai valido.
Con la Carta costituzionale si limita il potere, anche quello acquisito democraticamente, per potere garantire i diritti individuali a tutti i cittadini, con essa si proclamano e si tutelano i diritti ed i doveri del popolo italiano.
Uno studente, prendendo la parola, ha spiegato che la Costituzione viene spesso percepita come "vecchia" dai giovani e non solo, ma le percezioni possono essere sostituite dalla conoscenza di un testo che afferma i diritti sociali della persona, il diritto al lavoro, alla salute, all'istruzione...

E anche a distanza di sessant'anni pare che questi argomenti restino una sostanziale base per la società  civile dal punto di vista normativo e, dal punto di vista simbolico, possano ancora cementificare la coscienza collettiva d'essere italiani.

Questo sito utilizza cookies tecnici per garantire il servizio e cookies di terze parti per analisi sul traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Visualizza la nostra Privacy Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information