Fondazione Goria

Lectio magistralis del
Cav. Lav. Dott. Gianni Zonin
"VIGNE, VINO E TERRITORI REALTA' E PROSPETTIVE IN ITALIA E NEL MONDO"


2 Ottobre 2014
Polo universitario Asti Studi Superiori,
Asti


Fondazione Goria Convegno


Qualità, storia, volontà e passione per il proprio lavoro. Questi i valori espressi dal Cav. Lav. Gianni Zonin in occasione della sua Lectio Magistralis agli studenti del Master universitario di primo livello in Management e creatività dei Patrimoni Collinari dell’Università di Torino e ideato e promosso dalla Fondazione Giovanni Goria. Una giornata pensata per i ragazzi ma aperta al pubblico che è accorso con entusiasmo ad ascoltare questo grande imprenditore che con la sua azienda “Castello del Poggio” di Portacomaro, che consta di 160 ettari di vigneto in corpo unico, è presente ad Asti dal 1985.

Dopo il video che ha illustrato la mission aziendale della Casa Vinicola Zonin, il Cav. Lav. Dott. Gianni Zonin, rivolgendosi agli studenti, non ha mancato di sottolineare che l’Italia che è cresciuta è passata dalla frase “beato te che puoi studiare”, rimarcando come questo debba essere da stimolo per i nostri giovani a sfruttare le opportunità che hanno oggi per essere sempre orientati al raggiungimento dell’eccellenza e della qualità. Una storia, quella del Cav. Lav. Dott. Zonin, che è partita dall’Italia del dopoguerra fino ad arrivare ai giorni nostri, e ha descritto le fasi che ha attraversato il mondo del vino, spiegando come le Cantine Zonin sono riuscite a crescere e a superare anche i momenti storici più complessi.

In questo scenario, la qualità diventa un obiettivo che è perseguibile solamente se si ama il proprio lavoro e se si è capaci di essere attenti osservatori dei cambiamenti del mercato e delle tendenze. A tale proposito il dott. Zonin ha stimolato la platea gremita di studenti, autorità, e produttori vinicoli a prestare particolare attenzione alla valorizzazione delle nostre eccellenze in virtù soprattutto del riconoscimento Unesco, traguardo che ha definito importantissimo, una partita tutta da giocare nella promozione e nella comunicazione. “E’ necessario esportare, se non lo fa un’azienda medio-grande non può sopravvivere.”
Ha dichiarato il Cav. Zonin. A questo proposito meritano un approfondimento particolare le sue parole su Expo 2015, che hanno suscitato una grande attenzione da parte dei presenti. “Oltre un milione di cinesi visiteranno non solo Milano, molti verranno anche qui in Monferrato. E’ necessario accoglierli nel modo adeguato, soprattutto perché secondo una ricerca che Casa Zonin ha condotto in Cina, potranno essere tra i migliori acquirenti del nostro Asti, perché si sposa al meglio con molti piatti della loro cucina. Non dico che possa verificarsi lo stesso fenomeno del “Caso Prosecco” – perché non avremmo sufficienti terreni per produrlo – però è necessario guardare al mercato cinese con grande attenzione e aspettativa”. Alla lectio, oltre ad un numeroso e attento pubblico, sono intervenuti, dopo il saluto di Marco Goria, il Presidente del Polo Universitario Uni-Astiss, dott. Michele Maggiora, il Direttore Scientifico del Master universitario di primo livello in Management e Creatività dei Patrimoni collinari, Sergio Conti coordinati da Carlo Cerrato.

Tra il pubblico erano presenti ad ascoltare l’imprenditore anche il Prefetto di Asti, dott. Pierluigi Faloni, il Vicesindaco Davide Arri e gli imprenditori vitivinicoli Riccadonna e Ceretto. La giornata astigiana del Cav. Lav. Dott. Gianni Zonin si è conclusa in Comune, dove in serata si è tenuta la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria da parte del Sindaco Fabrizio Brignolo.

 

Sono intervenuti:

Gianni Zonin
Presidente Cantine Zonin
Michele Maggiora
Presidente Consorzio Asti Studi Superiori
Gianni Zonin
Presidente Cantine Zonin
Sergio Conti
Presidente Società Geografica Italiana
Marco Goria
Presidente Fondazione Giovanni Goria


Ha coordinato:
Carlo Cerrato
Segretario Fondazione Giovanni Goria

 

Rassegna Stampa




 


 

Questo sito utilizza cookies tecnici per garantire il servizio e cookies di terze parti per analisi sul traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Visualizza la nostra Privacy Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information