Fondazione Goria


Con il contributo di:


Consultazione:

La consultazione dei documenti, conservati presso l'Archivio di Stato di Asti, avviene nei giorni di apertura dell'archivio, previo appuntamento:

Lunedì, mercoledì, venerdi': 08,30 - 14,30
Martedì e giovedì: 08,30 - 17,00.

per contatti Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Fondi Archivistici:


Giovanni Goria
Comitato Provinciale Democrazia Cristiana di Asti
Comitato Provinciale Democrazia Cristiana di Alessandria
Partito Liberale di Asti
Piero Baino
Giovanni Borello
Aldo Viglione
Cassa di Risparmio di Asti
Famiglia Crova
Unione sindacale territoriale Cisl Alessandria-Asti




logo senato

La Fondazione Giovanni Goria, che ha aderito al progetto del Senato della Repubblica "Archivi on line", ha pubblicato sul sito dedicato al progetto l'inventario del Fondo 'Giovanni Goria', rendendo disponibili alla consultazione anche i documenti, riprodotti in formato digitale, delle serie "Attività politica", "Pensiero politico", "Fotografie", "Audiovisivi" e "Varie".

 

Accedi alla consultazione del Fondo Giovanni Goria

logo crt

logo cariplo




ARCHIVIO FONDAZIONE GORIA

 

La Fondazione Giovanni Goria ha tra le sue finalità il recupero, l'acquisizione, la descrizione e la valorizzazione di fondi archivistici relativi alla storia politico-economica, in particolare astigiana, in età contemporanea. In questo ambito la Fondazione ha dato vita, fin dalla sua nascita nel 2004, a un archivio che – partendo dall'originario Fondo Giovanni Goria – negli anni si è arricchito con significativi fondi, ottenendo nel luglio 2013 il riconoscimento di interesse storico particolarmente rilevante ai sensi del decreto legislativo n. 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Attualmente il patrimonio documentario della Fondazione consta di dieci fondi per un totale di circa 170 metri lineari, depositati e consultabili presso l'Archivio di Stato di Asti. Oltre al fondo Giovanni Goria, donato dagli eredi dell'uomo politico, vi sono conservati archivi di partiti – i comitati provinciali della Democrazia Cristiana di Asti, della Democrazia Cristiana di Alessandria, del Partito Liberale di Asti – e archivi di alcune personalità della politica e della cultura locale (Piero Baino, Giovanni Borello e Aldo Viglione). A questo nucleo principale si è aggiunto tra il 2007 e il 2009 il cospicuo complesso documentario costituito dall'Archivio storico della Cassa di Risparmio di Asti, mentre nel 2013 la Fondazione ha avviato il progetto di recupero, descrizione e valorizzazione delle carte prodotte dall'Unione sindacaleterritoriale Cisl Alessandria-Asti.

La Fondazione aderisce fin dalla sua nascita al progetto "Archivi del Novecento", nato con lo di costruire una rete di archivi finalizzata alla valorizzazione dei fondi per la storia italiana del secolo scorso, e adotta per la descrizione, la gestione e la consultazione dei documenti, il sistema software GEA. 

La Fondazione, che persegue una attenta e mirata politica di acquisizione di ulteriori fondi archivistici, è impegnata ad accogliere nuovi versamenti, nella convinzione che anche gli istituti culturali privati possano svolgere un ruolo importante nella conservazione e valorizzazione archivi sull'età contemporanea, in un'epoca – come quella attuale – particolarmente esposta ai rischi di dispersione e distruzione.

 

 


English Version

Questo sito utilizza cookies tecnici per garantire il servizio e cookies di terze parti per analisi sul traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Visualizza la nostra Privacy Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information