Fondazione Goria


Fondo Francesco Tessiore


Francesco Tessiore nasce a Torino nel 1924. Nel 1942, a causa delle vicende belliche, la famiglia si sposta a Villanova d’Asti presso la casa dei nonni. Tra il 1948 e il 1949 Tessiore è dirigente della Gioventù di Azione cattolica di Asti partecipando attivamente alla vita della chiesa locale astigiana; tra il 1952 e il 1988 esercita la professione di maestro elementare; negli anni ‘50 diventa Segretario della prima Mutua per i coltivatori diretti istituita in quel periodo a Villanova d’Asti.
La sua passione per la vita pubblica lo porta ad occupare la carica di Sindaco di Villanova d’Asti dal 1956 al 1964. Negli anni seguenti numerose sono le attività in cui è impegnato: nella Cisl dove, grazie al suo ruolo nel Sindacato, riesce ad attivare i corsi delle 150 ore per lavoratori; alla presidenza del primo Consiglio scolastico provinciale e per anni attivo negli organi collegiali della scuola a Chieri e ad Asti; come amministratore a Villanova dell’Asilo Pittaluga e della Casa di riposo; come membro attivo del Consiglio pastorale diocesano di Asti.
Studioso di storia e costumi locali, è autore di numerose pubblicazioni a carattere divulgativo: negli ultimi anni trascorre il suo tempo occupandosi di ricerche negli archivi storici, dove raccoglie notizie soprattutto sulla storia locale villanovese. Muore nel 2012.

L’archivio conservato presso la Fondazione Giovanni Goria evidenzia le molteplici attività e interessi di Francesco Tessiore nella vita pubblica, dalla scuola al Sindacato, dalla politica alla storia locale. Le tipologie di documentazione conservate sono molteplici ed eterogenee: periodici, fotografie, ritagli stampa, dattiloscritti, manoscritti, opuscoli, periodici, materiale a stampa vario. Da segnalare, in particolare: la presenza di documentazione relativa alla Democrazia cristiana di Villanova (1956-1990) che consente di testimoniarne in parte l’attività in mancanza di un archivio propriamente detto del Comitato; la cospicua raccolta di periodici, alcuni dei quali per cui scriveva lo stesso Tessiore, altri politici, altri ancora locali; infine, particolare interesse rivesta la copiosa documentazione conservata da Tessiore per le sue ricerche sulla storia e sull’arte locale (ritagli stampa, opuscoli, fotografie, carteggi).

Al termine dell’intervento di riordino, il fondo Francesco Tessitore risulta articolati in cinque serie: “Sindacato”, “Politica”, “Ambiente, ecologia, urbanistica”, “Ricerche”, “Attività diverse”. Il fondo conservato presso la Fondazione va integrare la documentazionedi Tessiore versata all’Istituto per la storia della Resistenza di Asti (Israt).

Utenti e contenuti

  • Utenti : 5
  • Contenuti : 216
  • Link web : 26
  • Tot. visite contenuti : 1345487

Questo sito utilizza cookies tecnici per garantire il servizio e cookies di terze parti per analisi sul traffico.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.
Visualizza la nostra Privacy Policy e l'informativa sui cookies.

Accetti i cookies da questo sito?