lunedì, Luglio 22, 2024

Fondo Comitato Provinciale Democrazia Cristiana di Alessandria

Il fondo Comitato provinciale della Democrazia Cristiana di Alessandria è stato conferito in deposito alla Fondazione Goria nel 2005 da Ugo Cavallera, già segretario provinciale, che ne aveva la custodia.
Il complesso documentario è costituito, oltre che dal fondo della Democrazia Cristiana di Alessandria (1945-1994), da tre fondi aggregati: due relativi all’attività dei segretari provinciali del Comitato – Ugo Cavallera (1977-1989) e Roberto Livraghi (1980-1993) – uno relativo al Comitato provinciale del Partito Popolare di Alessandria (1992-1996).
La documentazione – in totale 39 metri lineari tra dattiloscritti, manoscritti, materiale a stampa, periodici, audiovisivi, manifesti e bandiere – copre un arco cronologico che va dal 1945 al 1996. In mancanza di titolari, registri o indicazioni generali per la conservazione e l’organizzazione delle carte del Comitato provinciale DC di Alessandria, il fondo è stato ordinato da un lato secondo l’attività istituzionale dei singoli organi e uffici (Direttivo, Comitato, Giunta esecutiva, Collegi probiviri, Segreteria provinciale, Segreteria amministrativa, Segreteria organizzativa) e dall’altro secondo le attività alla cui organizzazione partecipavano tutti gli uffici e rappresentanti del Comitato (elezioni e congressi).
È inoltre stato rilevato un significativo nucleo di documenti relativa ai diversi movimenti del Comitato provinciale di Alessandria: “Movimento anziani”, “Movimento femminile”, “Movimento giovanile” e “Movimento reduci di guerra”. L’archivio del Comitato è articolato in 9 serie: “Verbali e atti del Direttivo, del Comitato provinciale e della Giunta esecutiva”; “Verbali, atti e corrispondenza dei collegi provinciali, regionali e centrali dei probiviri DC”; “Segreteria provinciale”; “Segreteria amministrativa”; “Segreteria organizzativa”; “Congressi”; “Elezioni”; “Movimenti”; “Documenti video”.

Per quanto riguarda i due archivi aggregati dei segretari provinciali Cavallera e Livraghi, ciò che distingue dal principale fondo del Comitato provinciale, e che li accomuna, è la presenza di rilevante documentazione raccolta dai funzionari durante lo svolgimento delle loro mansioni: bozze, appunti, ritagli e rassegna stampa, relazioni e documentazione eterogenea relativa alla raccolta di informazioni utili all’analisi del ruolo della Democrazia cristiana nella sua attività politica locale e in rapporto ad altri partiti.

Infine, la documentazione conservata nell’ultimo fondo aggregato ricostruisce la breve attività del Partito Popolare alessandrino tra il 1992 e il 1996: le carte danno conto principalmente dei congressi del partito 1994 e del 1995, della campagna di tesseramento del 1994 e delle elezioni relativamente agli anni 1992-95.
La maggior parte della documentazione è costituita da manifesti e bandiere; le cinque unità archivistiche di atti diversi sono state suddivise in tre partizioni tematiche denominate “Congressi”, “Tesseramento”, “Elezioni”. Un’altra piccola partizione (denominata “Periodici”) raccoglie alcuni numeri della rivista «Uguaglianza» e un numero del periodico «Consiglio Regionale del Piemonte».
Il complesso di fondi composto dall’archivio del Comitato provinciale della Democrazia Cristiana di Alessandria, dall’archivio della Segreteria Cavallera, dall’Archivio Livraghi e dall’archivio del Comitato provinciale del Partito Popolare di Alessandria è stato riconosciuto di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Piemonte e la Valle d’Aosta “perché testimonianza – particolarmente ricca e significativa nel panorama archivistico dell’Italia del Nord – di quella fase della storia italiana, durante la quale inizia la costruzione della democrazia in un quadro costituzionale nuovo, e prende avvio la ricostruzione economica dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale.”

(*) dalla dichiarazione della Soprintendenza del 29 giugno 2007

Orari

La consultazione dei documenti, conservati presso l’Archivio di Stato di Asti, avviene nei giorni di apertura dell’archivio, previo appuntamento:

Lunedì, mercoledì, venerdi’: 08,30 – 14,30
Martedì e giovedì: 08,30 – 17,00.

per informazioni:
archivi@fondazionegoria.it

Archivi online

La Fondazione Giovanni Goria, che ha aderito al progetto del Senato della Repubblica “Archivi on line”, ha pubblicato sul sito dedicato al progetto l’inventario del Fondo ‘Giovanni Goria’, rendendo disponibili alla consultazione anche i documenti, riprodotti in formato digitale, delle serie “Attività politica”, “Pensiero politico”, “Fotografie”, “Audiovisivi” e “Varie”.

Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist